Nella maggior parte di pazienti portatori di ICD è la presenza di una cardiopatia sottostante che controindica l’attività sportiva agonistica; ai pazienti non cardiopatici viene concessa l’idoneità solo per attività sportive ad impegno minimo (golf, pesca sportiva, bocce e bowling, sport di tiro) e per attività non agonistiche come il podismo o la marcia in pianura, sci di fondo, footing, pattinaggio, jogging, canoa turistica, ciclismo in pianura, trekking, nuoto, caccia, avendo comunque cura di evitare i contatti fisici e possibili traumatismi in grado di danneggiare il sistema (possono a tal fine essere considerati sistemi di protezione esterni sopra il dispositivo). Non è concessa tuttavia l’idoneità nei 6 mesi dopo l’impianto o dopo interventi del dispositivo sia appropriati che inappropriati. Per ridurre questi ultimi è molto importante una corretta programmazione del dispositivo in modo che non intervenga su una tachicardia sinusale determinata dall’esercizio fisico. Talvolta a tale scopo è anche necessario l’utilizzo di farmaci (beta-bloccanti).